T. 049 930 2044

F. 0499301992

©2020 di Mason & Associati - Commercialisti - P. Iva 04694970288

 

Notizie

In questa sezione diamo conto delle principali misure adottate dal Governo e previste del Decreto DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18

VERSAMENTI

Per imprese, professionisti, artigiani, commercianti fino a 2 milioni di euro di fatturato l’appuntamento con l’Iva annuale, l’Irpef e i contributi scadenti il 16 marzo, così come per tutta la filiera del turismo, sport, cultura, spettacolo e assistenza per quanto riguarda i contributi, le ritenute alla fonte e la sola Iva di marzo, è rinviato al 31 maggio.
Il pagamento potrà essere fatto entro il 31 maggio in un'unica soluzione o mediante rateazione fino ad un massimo di 5 rate mensili.
Per tutti gli altri il pagamento è congelato fino a venerdì 20 marzo.

SOSTEGNO ALLE IMPRESE

  • FONDO ACQUISTO STRUMENTI PROTEZIONE INDIVIDUALE: Viene istituito un fondo di 50 milioni di euro da erogare alle imprese per l'acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.

  • FONDO DI GARANZIA PMI: Sono previste diverse misure al fine di agevolare l'accesso al credito delle imprese tra cui, la gratuità della garanzia del fondo centrale di garanzia; innalzamento del'importo massimo garantito per singola impresa ad euro 5 milioni; previsione della possibilità di ottenere la garanzia anche per operazioni di rinegoziazione del debito; estensione della garanzia del fondo centrale in caso di moratoria;

  • SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE: al fine di sostenere le attività imprenditoriali danneggiate dall'epidemia di COVID-19 vengono previste misure di sostegno finanziario che si concretizzano nella impossibilità di revoca delle aperture di credito esistenti al 29 febbraio 2020; proroga automatica dei prestiti non rateali con scadenza prima del 30 settembre 2020 fino a tale data; sospensione fino al 30 settembre 2020 delle rate dei mutui e dei leasing, il cui pagamento verrà dilazionato secondo modalità che assicurino l'assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambi i contraenti.

  • CREDITO SANIFICAZIONE: credito di imposta pari al 50% della spesa per la sanificazione degli ambienti e strumenti di lavoro fino ad massimo di 20.000 euro.

  • CREDITO BOTTEGHE E NEGOZI: ai soggetti esercenti attività di impresa viene riconosciuto un credito di imposta del 60% dell'ammontare del canone di locazione relativo al mese di marzo 2020 per gli immobili di categoria C/1. N.B: sono escluse le attività di cui agli allegati 1 e 2  del DPCM 11 marzo 2020.

PROFESSIONISTI

Ai liberi professionisti titolari di partita Iva attiva al 23 febbraio 2020 e ai collaboratori coordinati continuativi iscritti alla medesima data alla gestione separa INPS (non titolari di pensione) è riconosciuta un'indennità per il mese di marzo 2020 pari a 600 euro.

L'indennità sarà erogata dall'INPS previa domanda nel limite di spesa di 203,4 milioni di euro. Al momento non risulta ancora attiva la procedura per la richiesta.

AMMORTIZZATORI SOCIALI

  • TRATTAMENTO ORDINARIO DI INTEGRAZIONE SALARIALE: i datori di lavoro che nell'anno 2020 sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica da COVID-19, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all'assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19”, per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 per una durata massima di nove settimane e comunque entro il mese di agosto 2020. L’assegno ordinario di cui sopra è concesso, limitatamente per il periodo indicato e nell’anno 2020, anche ai lavoratori dipendenti presso datori di lavoro iscritti al Fondo di integrazione salariale (FIS) che occupano mediamente più di 5 dipendenti.

  • CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA: per i datori di lavoro del settore privato per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro viene prevista quale forma di tutela residuale la cassa integrazione in deroga anche per le imprese con un solo dipendente.

I fondi stanziati per le due misure di sostegno al reddito sono limitati e verranno prese in considerazione le domande secondo l'ordine di arrivo.

  • PREMIO LAVORATORI DIPENDENTI: ai lavoratori dipendenti  che non hanno potuto fruire dalla possibilità di lavorare in smart working e che possiedono un reddito complessivo di importo non superiore a 40.000 euro spetta un premio per il mese di marzo 2020 – non concorrente alla formazione del reddito – pari a 100 euro proporzionalmente al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel predetto mese.

  • DIVIETO DI LICENZIAMENTO: dal 23.2.2020 è precluso al datore di lavoro per 60 giorni il recesso dal contratto per giustificato motivo oggettivo ai sensi dell’art. 3 della l. 15.7.1966 n. 604. Saranno fatti salvi solo i licenziamenti disciplinari e quelli in forza di accordi di accordi di conciliazione e risoluzione